Schaffausen – Costanza – Giorno 1

schaffausen-costanza-lungo-reno

La tappa di avvicinamento a Schaffausen è piuttosto semplice, grazie alla puntualità ed organizzazione dei treni svizzeri. Mi alzo presto per poter prendere la sequenza di tre treni che mi aspetta:

  • Treno Como – Lugano: un TILO dove posso mettere la bici in mezzo al corridoio appoggiato ad un apposito corrimano
  • Treno Lugano – Zurigo: ogni carrozza ha posti bici dedicati e numerati; il mio si trova in una bella carrozza con diversi posti bici posizionati a lische di pesce. Il comfort è massimo: certezza di avere un posto bici e di sapere dove trovarlo con possibilità di sedersi vicino alla propria bici. Ed anche quando il treno si riempie di gente in viaggio per festeggiare ferragosto, la bici non è di alcun ostacolo nè si hanno problemi al momento di scendere
  • Treno Zurigo – Schaffausen: il cambio per salire su questo treno è rapidissimo, ma per fortuna avviene sullo stesso marciapiede di arrivo del treno precedente. Anche qui ho un posto bici dedicato, anche se, essendo un treno tedesco, il lusso è minore.

Quando arrivo a Schaffausen, scopro che sta terminando la preparazione di una gran bella festa di paese per la sera. Prendo quindi qualcosa da mangiare, e mi dirigo poco fuori dal centro a trovare un campeggio (Camping Rheinwiese). Pianto la tenda in un bellissimo prato, all’interno di un camping caro ma attrezzatissimo. Vado subito in direzione delle cascate sfruttando una pista ciclabile che scorre lungo il fiume con qualche leggera deviazione: in 15 minuti le raggiungo. Un grande spettacolo si apre al termine della ripida discesa che porta al belvedere: la quantità e la forza dell’acqua in questo punto sono incredibili, e fanno un forte contrasto con il bosco circostante ed il restante tratto di fiume apparentemente tranquillo.

Dopo qualche foto di rito, rientro a Schaffausen, dove ne approfitto per una visita al centro cittadino, piccolo ma molto carino e ben tenuto. Ed ovviamente, salgo al castello, da cui si gode di una bellissima vista sul paese. Scendo per una breve passeggiata lungo il fiume, dove trovo molta gente a fare il bagno: l’acqua del fiume ha l’aria di essere fresca e pulita. Dopo la cena ed un giro alla festa del paese, rientro in campeggio. Domani si parte!