Leeuwarden – Dokkum

Scarica

Riassunto

E’ un percorso ad anello da 50 km estremamente pianeggiante nella regione della Frisia nel nord dell’Olanda. Il grosso vantaggio del pedalare in Olanda e’ rappresentato dalla rete organizzatissima di piste ciclabili che non mancano mai ai lati di una strada. In aggiunta, talvolta esistono percorso dedicati alle bici che deviano dal tragitto seguito dalla carreggiata passando attraverso boschi o praterie. Per chi e’ fanatico di salite da Giro d’Italia o discese da affrontare a pazza velocita’, questo non e’ il posto giusto: in Olanda, secondo me, le montagne se le immaginano come noi immaginiamo Marte.

Difficolta’

E’ un percorso facile, pianeggiante e ben segnalato: in Olanda esiste una segnaletica piuttosto puntuale per i ciclisti. Talvolta qualche cartello risulta mancante e allora nel dubbio e’ meglio proseguire dritti o seguire la strada principale.

Raggiungibilita’

Partendo dall’aeroporto di Schiphol come e’ stato il mio caso, occorrono circa due ore di treno per spingersi fino a Leeuwarden: e’ veramente nord in Olanda. I treni olandesi pero’ hanno il WiFi gratuito (quasi tutti), e sono quasi sempre puntuali. Hanno l’abitudine di concentrare i lavori sulla linea ferroviaria nel weekend: fare attenzione ad eventuali soppressioni o cambi di percorso nel fine settimana. Comunque tutte le informazioni, pure su cambi dell’ultimo minuto, ritardi di treni in transito, cambi da fare, sono disponibili sul sito ufficiale della rete NS.

Bellezza

E’ una bella gita da fine settimana che permette di attraversare le lunghe praterie della Frisia e ogni tanto di attraversare qualche tipico paesino con canali e casette in mattone.

Alloggio

Non necessario.

Costi

L’Olanda e’ piu’ cara dell’Italia. Il prezzo di un biglietto del treno si piazza a meta’ tra quello di un regionale e di un InterCity. L’hotel costa una volta e mezza il prezzo medio in Italia, o almeno non si trovano soluzioni ultra low cost come si potrebbe in Italia. Il cibo e’ nella media, a parte per alcuni generi alimentari piu’ cari. Mangiare al ristorante invece e’ un pochino piu’ caro che in Italia, ma scegliendo il posto oculatamente si riesce a mantenersi su medie “italiane”.

Diario di Viaggio