Como – Monza

 

Scarica

 

Riassunto

Ci avevo già provato una volta a seguire la ciclabile Erba – Monza, affidandomi soltanto ai cartelli. Avevo ovviamente fallito come hanno fatto tanti altri di cui ho letto online. Questa volta ho scaricato la traccia gps e l’ho seguita lungo il tragitto. La ciclabile fa parte di un progetto più ampio all’interno della Regione Lombardia, è pubblicizzata anche su qualche sito, ma è gravemente poco segnalata e per lunghi tratti inesistente. Qua e là si trovano indicazioni con tanto di distanze e pannelli esplicativi: questi ultimi mostrano una rete di ciclabili di vari paesi che unite insieme dovrebbero collegare Erba a Monza. Non è proprio così attualmente, anche se il potenziale è molto e qualche percorso esiste già.

Noi siamo partiti da Como e attraverso strade secondarie siamo arri

Si tratta della ciclabile dell’Olona che costeggia l’omonimo fiume e che fa parte di un progetto di ciclovia a più ampio respiro nella zona del Varesotto (vedi qui). Il percorso comincia all’altezza di Castiglione Olona e termina a Castellanza, per un totale di 18 km. Nel nostro caso, lo abbiamo percorso nei due sensi con l’aggiunta di una decina di km dovuti al fatto che siamo partiti dalla stazione di Venegono Inferiore.

Difficolta’

Noi siamo partiti da Como, e per evitare le strade più trafficate, abbiamo preso una strada secondaria che dal centro storico ci ha portati a Camnago Volta in costante salita, per poi scendere a Tavernerio e Albese per arrivare al lago di Alserio. Questo tratto è impegnativo, non è protetto, ma poco trafficato. Da Alserio, abbiamo trovato le prime indicazioni della ciclabile per Monza che abbiamo cercato di seguire insieme alla nostra traccia. Quello che è uscito è un percorso impegnativo, fatto di saliscendi nel bosco, qualche breve stratto su provinciali ma divertente. Attualmente, è impossibile arrivare a Monza seguendo la ciclabile con i soli cartelli: sono troppo sporadici e l’infrastruttura è in gran parte assente, anche se si riesce ad essere quasi sempre protetti perchè appunto si attraversano boschi e stradine secondarie. Altra nota, noi l’abbiamo percorsa dopo che due giorni prima aveva piovuto copiosamente: abbiamo trovato diversi tratti fangosi e grandi pozzanghere.

Raggiungibilita’

La ciclabile in realtà dovrebbe cominciare da Erba, e da lì avevo provato a seguirla nel primo tentativo andato male. Se così fosse, Erba risulta ben servita da Trenord e quindi sarebbe un ottimo punto di partenza. D’altra parte, Monza è ottimamente servita con una stazione che ha un elevato traffico di treni.

Bellezza

Non ci sono particolari bellezze storico-culturali che la ciclabile permette di toccare: occorerrebbero delle deviazioni. A livello naturalistico però è veramente piacevole perchè si costeggia il lago di Alserio, il fiume Lambro, si rimane spesso nel bosco, e mentre in partenza si hanno le montagne visibili alle spalle, alla fine ci si ritrova nell’enorme e sempre affascinante parco di Monza.

Alloggio

Non necessario.

Costi

Veramente ridotti. E’ un percorso breve che non richiede costi se non quelli dovuti al raggiungimenti della ciclabile e al cibo. Ogni tanto si attraversa qualche zona abitata, da cui si può deviare leggermente alla ricerca di un posto per mangiare. Noi siamo stati davvero fortunati trovando il bar La Piazzetta ad Albiate, dove in mezzo ad una piazza elegante ed estremamente calma, abbiamo pranzato all’esterno sotto il sole.

Diario di Viaggio