Ciclabile Naviglio Grande

ciclabile-naviglio-grande-cover
Milano Stazione Centrale

Milano Stazione Centrale

Si tratta della ciclabile del Naviglio Grande che collega Milano a Sesto Calende. Partendo dalla stazione di Milano Centrale, l’ostacolo maggiore è immettersi sul percorso ciclabile che permette di raggiungere Abbiategrasso per iniziare a costeggiare il Naviglio. Nel mio caso, seguendo le indicazioni per Corsico e Trezzano sul Naviglio, dopo 20 km ho trovato la ciclabile a Gaggiano. Questo primo tratto non è molto piacevole, specialmente per famiglie: poche indicazioni, traffico e poche ciclabili. Per questo suggerisco di andare coi mezzi fino ad Abbiategrasso o dirigersi verso Porta Ticinese ed imboccare da lì la pista ciclabile (come indicato qui).

Pista ciclabile lungo il Naviglio

Pista ciclabile lungo il Naviglio

Gaggiano mi accoglie con un bel ponte che mi permette di attraversare il Naviglio. Qui trovo subito un piccolo bar, in cui mi fermo per una piccola pausa e, finalmente, seguo una larga pista ciclabile che accompagna il corso del canale. In 10 km praticamente diritti, mi porta ad Abbiategrasso, dove prendo la direzione di Sesto Calende e dopo qualche centinaio di metri riattraverso il Naviglio per portarmi sulla sinistra orografica. La giornata è piuttosto calda con un bel sole cocente, però sono molto fortunato: non attraverso nessuna nuvola di moscerini che lungo questo percorso mi era capitato di trovare durante altre gite soprattutto nei passaggi sotto i ponti.

Sponda del Naviglio

Sponda del Naviglio

Ad ogni modo, una volta imboccata l’Alzaia del Naviglio non si possono più fare errori: la pista si snoda diritta con qualche attraversamento qua e là, tra boschi, campi e casette. Si respira un’aria di tranquillità, quella dei paesini che non conoscono lo stress cittadino. Cullato da questa atmosfera pedalo tranquillo fino alla “Locanda delle streghe” a Boffalora, dove mi fermo per il pranzo su un tavolo vista Naviglio. Qui mi prendo una bella focaccia ed un carpaccio, mentre all’ombra mi godo la pace di questo angolo di tranquillità.

Sponda del Naviglio

Sponda del Naviglio

Dopo il pranzo, riparto sempre diretto verso nord, e percorro i rimanenti 35 km che mi portano fino a Sesto Calende passando anche per un tratto di sterrato più selvaggio rispetto alla prima parte della ciclabile, ma comunque sempre molto tranquillo. In questo passaggio è ancora più difficile rifornirsi d’acqua: mentre prima si trovava qualche paesino o locanda non troppo distanti, questi ultimi chilometri non offrono ristori. Solamente all’uscita dalla pista ciclabile trovo un bel bar, dove mi fiondo a prendere una bottiglia d’acqua. Proseguo poi per la stazione di Sesto Calende, ma scopro di dover aspettare più di un’ora per il treno, pertanto decido di pedalare fino a Gallarate e prendere il treno da lì.

 

Scarica